Multe agli aerei che disturbano

Decollo al Guglielmo MarconiPer la prima volta all’aeroporto Guglielmo Marconi – dopo anni di battaglie del Comitato per la compatibilità aeroporto-città, che riunisce molti degli abitanti del Quartiere Navile – l’Ente nazionale per l’aviazione Civile procederà a sanzionare le compagnie aeree che hanno violato le procedure antirumore.

Le prime multe arriveranno nelle prossime ore a dieci vettori, sia italiani che stranieri. Ma non saranno le ultime, visto che le nuove regole dell’Ente per ridurre l’inquinamento acustico sul cielo sopra Bologna sono in vigore solamente da un mese.

In dieci casi dunque, i piloti non hanno rispettato le direttive di ENAC, decollando troppo vicino al centro città (mentre ora devono eseguire una virata, proprio per evitare le zone più abitate).

Da quando lo scalo ha moltiplicato i suoi voli, intorno alle piste è cresciuto il tema degli effetti dell’inquinamento sulla salute, e il Comune di Bologna sta effettuando una mappatura. Nel 2017 al Guglielmo Marconi si sono registrati oltre 70 voli al giorno: 7 su 10 decolli quotidiani sono avvenuti verso Bologna, e in tre giorni di maggio sono stati superati i limiti nelle aree scolastiche.

“Siamo molto soddisfatti che finalmente le sanzioni si applichino. Su questo tema abbiamo lavorato tutta l’estate.”, ha commentato l’assessore all’Urbanistica, Valentina Orioli. Mentre Daniele Ara, presidente del Quartiere Navile, ricorda che “Da quando c’è l’ordinanza sui voli notturni, siamo passati da 4-5 voli a notte a 15 al mese. Ora c’è da capire come mai quei 15 sbagliano”.

Condividi sulla tua rete preferita:
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrPin on PinterestEmail this to someone

Scrivi un commento

Per commentare devi essere connesso a POSTFIERA.org: puoi connetterti al volo usando FACEBOOK
(Gli utenti registrati del sito, per avere accesso a tutte le funzioni a loro disposizione, possono utilizzare il login tradizionale)


CHIUDI
CLOSE